MedicinaDonna.it

Medicina donna

Uno studio ha trovato che elevati livelli di colesterolo sono associati a cancro al seno. Da uno studio preliminare, retrospettivo, è emerso che le donne con alti valori di colesterolo nel sangue p ...


Uno studio è giunto alla conclusione che le donne che hanno in tempi recenti fatto uso della pillola contraccettiva possono essere ad aumentato rischio di cancro al seno. L’assunzione di alcuni tip ...


Le donne che hanno subito la radioterapia per il cancro al seno hanno un piccolo ma significativo aumento del rischio di sviluppare successivamente un tumore polmonare primario, e ora la ricerca ha di ...


La terapia ormonale postmenopausale assunta all'età di 50-55 anni non produce alcun beneficio duraturo o danni alla funzione cognitiva.Le donne assegnate in modo casuale a ricevere una media di 7 anni ...


Nelle pazienti con carcinoma dell'ovaio sieroso, recidivato, sensibile al Platino, la terapia di mantenimento con Olaparib è risultata di maggior beneficio nelle donne con una mutazione BRCA ...


I neonati allattati al seno, da bambini possono presentare una migliore funzione polmonare e un minore rischio di asma, rispetto ai bambini allattati artificialmente.Precedenti studi hanno fornito ris ...


Alti dosaggi di Vitamina-D alleviano i dolori articolari e muscolari di molte pazienti con cancro al seno che assumono farmaci per abbassare il livello di estrogeni, secondo uno studio della Washingto ...


Le donne che fanno uso di dispositivi intrauterini ( IUD ) per il controllo delle nascite, anche per breve periodo, presentano un minor rischio di cancro alla cervice rispetto alle donne senza storia ...


Il carcinoma mammario, dopo il cancro al polmone, rappresenta la principale causa di morte per cancro. L'American Cancer Society analizzando la popolazione femminile statunitense ha stimato che almeno ...


Il cancro del collo dell'utero, è tra i tumori più comuni che colpiscono l'apparato riproduttore femminile. Nella maggior parte dei casi il tumore del collo dell'utero è provocato ...


I sintomi del carcinoma ovarico sono spesso comuni e vaghi che ne rendono difficile la diagnosi precoce. Esistono più di 30 diversi tipi di tumori ovarici, classificati a seconda della tipologia cellu ...


Circa il 5-10% di tutti i tumori sono ereditari. Ciò significa che le mutazioni che avvengono in geni specifici vengono trasmesse; di conseguenza gli individui che ereditano una di queste mutaz ...


Nella terminologia ostetrica i termini asfissia, acidosi, acidemia,sofferenza asfìttica e sofferenza fetale acuta vengono spesso utilizzati come sinonimi. Anche il termine ipossia viene utilizzato in ...


Il termine macrosomia fetale implica una crescita del feto oltre uno specifico peso, di solito 4-4.5Kg, indipendentemente dall'epoca gestazionale.I fattori di rischio per la macrosomia fetale sono:Pes ...


Si parla di morte endouterina del feto per definire la morte del feto dopo la 20ª settimana di gravidanza e prima della sua completa espulsione.La morte endouterina del feto è associata ad alcuni fatt ...


Alterazioni di volume della placentaLe alterazioni volumetriche placentari sono generalmente espressione di uno squilibrio che vari stati morbosi, materni e/o fetali, possono creare a livello placenta ...


La placenta, invece di assumere la tipica forma discoidale a focaccia, può assumere forme diverse ( a rene, a ferro di cavallo ) mantenendo un corpo unico o presentandosi divisa in due o più lobuli.A ...


Normalmente la placenta si inserisce sul fondo o su una delle due pareti del corpo uterino.Anomalie di inserzionePlacenta previa: si inserisce tutta o in parte sulla porzione istmica dell’utero la cui ...


La presenza di meconio ( il materiale contenuto nell'intestino del feto ) nel liquido amniotico è indice di compressione fetale, ed è espressione di maturazione dell’apparato digerente fetale ( in par ...


Si definisce oligoidramnios una riduzione del liquido amniotico, mentre si parla di anidramnios per indicare l’assenza assoluta o quasi di liquido amniotico.L’oligoidramnios si riscontra nel 3.9% di t ...



2000-2014© XAGENA srl - P.IVA: 04454930969 - REA: 1748680 - Tutti i diritti riservati