MedicinaDonna.it

Medicina donna

Uno studio ha trovato che elevati livelli di colesterolo sono associati a cancro al seno. Da uno studio preliminare, retrospettivo, è emerso che le donne con alti valori di colesterolo nel sangue p ...


Uno studio è giunto alla conclusione che le donne che hanno in tempi recenti fatto uso della pillola contraccettiva possono essere ad aumentato rischio di cancro al seno. L’assunzione di alcuni tip ...


Le donne che hanno subito la radioterapia per il cancro al seno hanno un piccolo ma significativo aumento del rischio di sviluppare successivamente un tumore polmonare primario, e ora la ricerca ha di ...


La terapia ormonale postmenopausale assunta all'età di 50-55 anni non produce alcun beneficio duraturo o danni alla funzione cognitiva.Le donne assegnate in modo casuale a ricevere una media di 7 anni ...


Nelle pazienti con carcinoma dell'ovaio sieroso, recidivato, sensibile al Platino, la terapia di mantenimento con Olaparib è risultata di maggior beneficio nelle donne con una mutazione BRCA ...


I neonati allattati al seno, da bambini possono presentare una migliore funzione polmonare e un minore rischio di asma, rispetto ai bambini allattati artificialmente.Precedenti studi hanno fornito ris ...


Alti dosaggi di Vitamina-D alleviano i dolori articolari e muscolari di molte pazienti con cancro al seno che assumono farmaci per abbassare il livello di estrogeni, secondo uno studio della Washingto ...


Le donne che fanno uso di dispositivi intrauterini ( IUD ) per il controllo delle nascite, anche per breve periodo, presentano un minor rischio di cancro alla cervice rispetto alle donne senza storia ...


Il carcinoma mammario, dopo il cancro al polmone, rappresenta la principale causa di morte per cancro. L'American Cancer Society analizzando la popolazione femminile statunitense ha stimato che almeno ...


Il cancro del collo dell'utero, è tra i tumori più comuni che colpiscono l'apparato riproduttore femminile. Nella maggior parte dei casi il tumore del collo dell'utero è provocato ...


I sintomi del carcinoma ovarico sono spesso comuni e vaghi che ne rendono difficile la diagnosi precoce. Esistono più di 30 diversi tipi di tumori ovarici, classificati a seconda della tipologia cellu ...


Circa il 5-10% di tutti i tumori sono ereditari. Ciò significa che le mutazioni che avvengono in geni specifici vengono trasmesse; di conseguenza gli individui che ereditano una di queste mutaz ...


Nella terminologia ostetrica i termini asfissia, acidosi, acidemia,sofferenza asfìttica e sofferenza fetale acuta vengono spesso utilizzati come sinonimi. Anche il termine ipossia viene utilizzato in ...


Il termine macrosomia fetale implica una crescita del feto oltre uno specifico peso, di solito 4-4.5Kg, indipendentemente dall'epoca gestazionale.I fattori di rischio per la macrosomia fetale sono:Pes ...


Si parla di morte endouterina del feto per definire la morte del feto dopo la 20ª settimana di gravidanza e prima della sua completa espulsione.La morte endouterina del feto è associata ad alcuni fatt ...


Alterazioni di volume della placentaLe alterazioni volumetriche placentari sono generalmente espressione di uno squilibrio che vari stati morbosi, materni e/o fetali, possono creare a livello placenta ...


La placenta, invece di assumere la tipica forma discoidale a focaccia, può assumere forme diverse ( a rene, a ferro di cavallo ) mantenendo un corpo unico o presentandosi divisa in due o più lobuli.A ...


Normalmente la placenta si inserisce sul fondo o su una delle due pareti del corpo uterino.Anomalie di inserzionePlacenta previa: si inserisce tutta o in parte sulla porzione istmica dell’utero la cui ...


La presenza di meconio ( il materiale contenuto nell'intestino del feto ) nel liquido amniotico è indice di compressione fetale, ed è espressione di maturazione dell’apparato digerente fetale ( in par ...


Si definisce oligoidramnios una riduzione del liquido amniotico, mentre si parla di anidramnios per indicare l’assenza assoluta o quasi di liquido amniotico.L’oligoidramnios si riscontra nel 3.9% di t ...


Durante lo sviluppo endouterino il feto è circondato dal liquido amniotìco, contenuto nel sacco amniotico, costituito a sua volta da una membrana più interna, l’amnios, e da una più esterna, il corion ...


Il parto pretermine è definito dall’insorgere di contrazioni dolorose, ritmiche, ripetute, con dilatazione cervicale, discesa della parte presentata e quindi nascita del feto prima di 37 settimane.Tal ...


II ritardo di crescita intrauterino interessa dal 3% al 7% delle gravidanze e definisce la situazione di crescita rallentata del feto.E’ molto importante riconoscere per tempo questa evenienza, al fin ...


MorbilloIl morbillo è una malattia altamente contagiosa trasmessa da un Paramixovirus. E’ caratterizzata da una fase acuta in cui i sintomi sono rappresentati da febbre elevata, esantema tipico, tosse ...


L'idrope fetale è un’entità clinica caratterizzata da un eccessivo accumulo di liquidi negli spazi extravascolari e nelle cavità sierose ( peritoneale, pleurica e pericardica ), dovuta a un'alterazion ...


Le epatiti A, B, C e D sono infezioni virali a carattere sistemico prevalentemente a tropismo epatico.Epatite AL’agente eziologico dell’epatite A è un virus a RNA trasmesso per via oro-fecale attraver ...


Lo Streptococco B è un batterio che colonizza la vagina o il retto nel 40% delle gravidanze, rendendosi responsabile di infezioni del tratto urinario, parto prematuro, rottura prematura delle membrane ...


La sifilide ( anche detta lue ) è un’infezione causata dal batterio Treponema pallidum; può essere trasmessa al feto sia durante la gravidanza, sia in periodo perinatale, con conseguenze molto gravi.S ...


Il Parvovirus B19 appartiene alla famiglia Parvoviridae; è il virus responsabile della quinta malattia.Da un punto di vista clinico la patologia si esprime in due fasi:la prima fase comprende uno stat ...


Il virus varicella-zoster appartiene alla famiglia degli Herpesviridae. Questo virus può essere determinante nell’insorgenza di due diverse malattie, la varicella e l’herpes.Entrambe le infezioni in f ...


La toxoplasmosi è una malattia trasmessa dal protozoo Toxoplasma gondii. L’infezione è molto diffusa, ma generalmente asintomatica e di scarso rilievo clinico; tuttavia, può manifestarsi in forme ...


La listeriosi è causata da un batterio, Listeria monocytogenes, parassita intracellulare facoltativo. E’ un bacillo molto diffuso di cui anche l’uomo può essere portatore asintomatico.La Listeriosi co ...


L’infezione da Chlamydia trachomatis contratta durante la gravidanza può favorire indirettamente complicanze ostetriche come aborti, morte fetale, parto pretermine e rottura prematura delle membrane ( ...


La quasi totalità dei casi di HIV ( Human Immunodeficiency Virus ) pediatrico è legato alla trasmissione perinatale della malattia, pur essendo noto che può avvenire in qualsiasi momento della gravida ...


L’infezione da Herpesvirus ( HSV ) responsabile di lesioni genitali è data dal virus di tipo 2 ( HSV-2 ).L’infezione primaria è spesso asintomatica, poiché il virus entra in uno stato di latenza penet ...


Il Citomegalovirus ( CMV ) è un virus appartenente alla famiglia degli Herpesvirus che si replica nel nucleo delle cellule infettate.E’ responsabile di una down-regulation del sistema immunitario che ...


Secondo la legge gli atti sessuali compiuti con violenza contro la volontà del soggetto o con persona minorenne sono considerati reati.Per quanto riguarda i minori, la pena è prevista nel caso di atti ...


Con il termine sterilizzazione si intendono tutte le metodiche atte ad impedire la procreazione in via definitiva.Si distinguono una sterilizzazione medica e una contraccettiva.La sterilizzazione medi ...


La legge italiana sulla procreazione medicalmente assistita pone limiti precisi e regolamentazioni rigide riguardo un fenomeno complesso, che comprende problematiche che non si fermano all’aspetto med ...


Sono state introdotte nel nostro ordinamento disposizioni per la prevenzione e il divieto delle pratiche di mutilazione genitale femminile, allo scopo di introdurre misure necessarie per prevenire e c ...


L’obiezione di coscienza è un atto che si pone come un rifiuto di obbedienza nei confronti di un obbligo imposto dalla legge.Si tratta di un rifiuto caratterizzato da una particolare condizione psicol ...


Alla nascita di un neonato con patologie o con malformazioni, la valutazione della situazione si basa, oltre che su criteri clinico-assistenziali, anche su riflessioni etiche e deontologiche.Infatti, ...


L’alimentazione orale immediata nel neonato dipende dal grado di maturità dell’apparato digerente e dalle eventuali patologie ad esso associate; il neonato a termine può assumere il latte materno senz ...


Possiamo distinguere tre tipi di patologie: patologie neurologiche, ittero patologico, patologia respiratoria del neonato.Patologie neurologicheDurante il travaglio o al momento della nascita può veri ...


Dopo alcune ore dalla nascita, oltre a una valutazione sommaria del neonato ( lunghezza, peso, circonferenza cranica, ecc. ) si devono prendere in considerazione le principali funzioni vitali del neon ...


Fenomeni fisiologici neonataliPrimo meconio: entro le prime 24-48 ore il neonato elimina il meconio ( cellule di sfaldamento del liquido amniotico, della mucosa intestinale, lanugine deglutita, ecc. ) ...


La nascita è un evento stressante per il feto, tanto che vengono rilasciate una quantità di catecolamine 20 volte superiori a quelle di un adulto. La scarica di adrenalina permette il riassorbimento d ...


Adattamento alla vita extrauterinaAl momento della nascita si hanno cambiamenti anatomo-funzionali importanti, infatti il neonato passa da una vita completamente dipendente dalla placenta materna ad u ...


La responsabilità professionale si riferisce ad una prestazione medica inadeguata che ha avuto come conseguenza effetti negativi per la salute del paziente, che portino a un peggioramento del quadro c ...


L’interruzione volontaria della gravidanza e la sua procedura sono indicate in una legge secondo cui la donna che accusi circostanze per le quali la prosecuzione della gravidanza ( quindi parto e mate ...



2000-2014© XAGENA srl - P.IVA: 04454930969 - REA: 1748680 - Tutti i diritti riservati - Disclaimer